X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.
DATE IMPORTANTI
DATE IMPORTANTI
Termina i propri lavori una commissione istituita dal governo italiano (la «commissione dei 19»); produce una relazione che contiene proposte, accolte poi nel «Pacchetto di provvedimenti per l’Alto Adige». Quest’ultimo sarà offerto dall’Italia all’approvazione dell’Austria e, soprattutto, della SVP. Ormai l’Austria, desiderosa di entrare nella Comunità europea, preme perché la controversia con l’Italia venga risolta. La proposta italiana “allarga” e amplia le concessioni del primo Statuto e soprattutto trasferisce alle distinte province di Bolzano e Trento le competenze più importanti della Regione.
Sempre nel 1964 anche la Chiesa sembra dare un segnale alla politica. Sino ad allora buona parte della provincia di Bolzano era compresa nella diocesi di Trento («decanati tedeschi»). Ora vengono ridefiniti i confini delle diocesi di Trento e di Bolzano-Bressanone, in modo da farli coincidere con quelli amministrativi delle due Province.